1°giorno ABBAZIA SANTA MARIA DI STAFFARDA – SALUZZO

Partenza al mattino presto. Al mattino visita guidata dell’Abbazia di Santa Maria di Staffarda, uno dei monasteri medievali più importanti e affascinanti del Piemonte che sorge solitaria nella bella pianura saluzzese e circondata dalle imponenti valli del Monviso. Dal 1750, con bolla pontificia, l’Abbazia entra a far parte del patrimonio storico-culturale dell’Ordine Mauriziano di Torino. Al termine spostamento a Saluzzo per il pranzo libero. Nel pomeriggio visita guidata di Saluzzo. L’antica capitale del Marchesato omonimo è una delle più affascinanti città del Piemonte che ha saputo mantenere nella struttura urbanistica le caratteristiche di epoche diverse. Di grande interesse è il centro storico situato sul colle presso la Castiglia, esterno, (l’antico castello dei Marchesi di Saluzzo), attorno alla quattrocentesca Torre Comunale, esterno. La Chiesa di S. Giovanni (sec. XIV-XV) (visita interno) è uno degli edifici gotici più rappresentativi del periodo del Marchesato. La Chiesa fu arricchita alla fine del’400 dalla Cappella Marchionale bellissimo esempio di gotico borgognone, la tomba di Ludovico II Marchese di Saluzzo ed il chiostro con la Cappella Cavassa. La Torre Civica venne edificata ai tempi del Marchese Ludovico I attorno al 1462. Alta circa 48 metri, essa fa parte dell’Antico Palazzo Comunale e rappresenta il segno della comunità cittadina e della sua presenza nella rinascita culturale ed economica del territorio. Casa Cavassa (sec XV) è un esempio di abitazione signorile dei secoli XV e XVI. Fu restaurata a fine ‘800 e trasformata in Museo Civico. Vi sono esposti arredi, affreschi e dipinti delle diverse epoche storiche: di particolare rilievo la tavola della “Madonna della Misericordia” attribuita al Maestro d’Elva, il pittore fiammingo Hans Clemer. Ingresso gruppi costo euro 3,00 per pax. Casa natale (esterno) di Silvio Pellico, ora Museo a lui dedicato dove sono raccolti manoscritti, edizioni preziose ed oggetti appartenuti allo scrittore e patriota. Cattedrale cuore della vita religiosa, costruita su una preesistente chiesa fuori le mura, diventa diocesi dal 1511 per volere del Papa Giulio II e degli ultimi Marchesi Saluzzo. Al termine della visita trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

2° giorno: CASTELLO DI GRINZANE CAVOUR – ALBA FIERA INTERNAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO.

Prima colazione. Al mattino visita guidata al Castello di Grinzane Cavour. Costruito intorno alla metà dell’XI secolo in cima a una collina, il Castello domina, con la sua bellezza e l’architettura inconfondibile, lo stupendo panorama delle colline di Langa, oggi patrimonio dell’umanità tutelato dall’UNESCO con i Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato. Nei secoli, il Castello è appartenuto a varie famiglie nobili piemontesi, tra le quali i Conti Benso di Cavour, il cui più noto esponente è stato Camillo Benso, celebre eroe del Risorgimento, che soggiornò al Castello e fu sindaco del piccolo borgo di Grinzane. Come un vero scrigno, il Castello si aprirà per offrire al visitatore i tesori che custodisce, alla scoperta del Museo delle Langhe, delle affascinanti Sale storiche, dei preziosi Cimeli Cavouriani e dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour. Al termine, trasferimento ad Alba e pranzo libero. Pomeriggio a disposizione per le visite individuali lungo le vie del centro piene di bancarelle e stands dedicati alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco. Capitale riconosciuta delle Langhe, nel corso della sua storia – più che bimillenaria – Alba è stata a più riprese invasa e saccheggiata, ma ancora conserva le antiche chiese e alcune tra le molte torri medievali – la “città delle cento torri” è un altro modo con cui ci si riferisce ad Alba – che si ergevano orgogliose sopra le sue case. Ne sopravvivono una decina (erette per vanità patrizia o per difesa), racchiuse nel perimetro di un centro storico che conserva intatta la sua fisionomia medievale. Alle ore 17,30 circa, viaggio di ritorno con arrivo in serata.

Documento richiesto: carta di identità valida. Il programma potrebbe essere invertito per esigenze organizzative.

QUOTE INDIVIDUALI:

Quota per persona € 199

Quota bambino 2/13 anni in 3°letto € 100

Quota adulto dai 14 anni in 3°letto € 180

Supplemento per la camera singola € 40

Ingressi all’Abbazia di Staffarda, alla Casa Cavassa e al Castello Grinzane Cavour: € 20 a persona da pagare in agenzia

Polizza multirischio obbligatoria AXA (copertura medica, annullamento e covid): € 10

Tassa di soggiorno esclusa da pagare in albergo.

Orari e fermate del pullman (soggetti a riconferma): 05.30 Brescia, 05.40 Rovato, 05.50 Palazzolo Sull’Oglio, 06.00 Grumello, 06.15 Bergamo Farina & Co. (Val Seriana min. 4 persone, un’ora prima), 06.50 Trezzo Sull’Adda, 07.00 Agrate Brianza, 07.15 Cormano-Comasina, 07.30 Milano Lotto.

La quota comprende:

viaggio in pullman gran turismo

sistemazione in hotel 3 stelle in mezza pensione

visite guidate dell’Abbazia di Staffarda, Saluzzo e Castello

assistenza in viaggio

La quota non comprende: eventuali ingressi a musei e monumenti, bevande ai pasti, pranzi, extra di ogni tipo e tutto quanto non previsto alla voce “la quota comprende”.

Il viaggio è garantito con almeno 25 partecipanti.

Articoli simili